Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy

ACCETTA

rimozione protetta amalgama dentale

Dr. Antonio Saverio Macrì
Dr. Antonio Saverio Macrì

Via G. Verdi, 8 - MARCIANO DELLA CHIANA (Arezzo)

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Dr. Massimo Scalas
Dr. Massimo Scalas

Via dei Visconti, 51 - CAGLIARI (Cagliari)

Tel: 348 2688313  

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Ambulatorio Odontoiatrico Dr. Matrangola
Ambulatorio Odontoiatrico Dr. Matrangola

A 14 minuti da... - LISSONE (Monza Brianza)

Tel: 0362328244 

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Amalgama dentale

Otturazioni e Mercurio

Contro l'insorgere delle carie che con la loro azione degenerativa creano veri e propri crateri all'interno dell'elemento dentale, gli odontoiatri ricorrono alle cosi dette otturazioni. Le amalgame necessarie per queste otturazioni di tipo metallico, sono composte per il 50% da mercurio, per il 12% da rame, per il 15% da stagno e per il restante 20% da argento. Ultimamente si è molto discusso sulla nocività della prima sostanza menzionata, presente in grande quantità. La tossicità delle amalgame contenenti mercurio, hanno scatenato una serie di timori legati proprio all'avvelenamento che la sostanza può produrre. Questo perché il mercurio potrebbe essere metabolizzato dal paziente al livello della mucosa nasale o dell'apparato bronco-polmonare. Non solo: la sostanza può diffondersi nell'organismo attraverso la dentina (l'elemento interno al dente) e la polpa dentaria. Anche la corrosione per via dell'usura delle otturazioni, può rivelarsi la causa di un'ingestione del mercurio. In ultimo è da menzionare l'azione di un batterio presente all'interno del cavo orale, lo Streptococcus Mutans, capace di convertire il mercurio in metil - mercurio, sostanza ancora più nociva in gradi di rompere le membrane cellulari ed alterare il citoscheletro. Inoltre la liberazione dei vapori nocivi del mercurio risulta pericolosa anche per il dentista che sta operando. Il rischio viene evitato oggigiorno grazie ad un sofisticato macchinario necessario alla preparazione del mercurio, che viene triturato in modo da renderlo incapace di liberare tali vapori. Dopo lunghi dibattiti tra specialisti del campo si è giunti ad una divisione tra paesi che ammettono l'utilizzo del mercurio e paesi che lo hanno invece bandito nelle pratiche odontoiatriche. Di quest'ultima categoria fanno parte Norvegia, Svezia e Danimarca, che hanno sostituito la sostanza a rischio con delle amalgame create con resine sintetiche. La ricerca sviluppatasi all'indomani di questi dibattiti ha infatti portato all'individuazione di sostanze alternative, totalmente biocompatibili e ugualmente resistenti, che permettono otturazioni altrettanto efficaci. Hanno solitamente un costo più elevato delle otturazioni tradizionali, ma garantiscono un buon livello estetico grazie alla loro pigmentazione bianca che si confonde con quella naturale dei denti. L'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici (FDA - Food and Drugs Adminsitration) si è recentemente allineata alle idee dei paesi nord europei menzionati. L'assenza di dati scientifici certi che evidenzino la pericolosità del mercurio contenuto all'interno delle amalgame, ha spinto altri paesi, come per esempio l'Italia, a non vietare ma a sconsigliare soltanto l'uso del mercurio, per motivi prettamente precauzionali, in situazioni particolari come la gravidanza, l'allattamento, nei pazienti infanti o in quelli nefropatici, ovvero che soffrono di un malfunzionamento renale. In questi anni di confusione, in cui insigni odontoiatri si trovano in contrasto circa la tossicità del mercurio, i pazienti non sanno davvero che fare. Come è giusto infatti essi cercano una risposta concreta, sicura, che riesca in qualche modo ad accordare le parti. Ecco perché quando si verificano patologie che rendono necessaria un'otturazione, è il medico a decidere se applicare o meno amalgame costituite da mercurio o da resine sintetiche, in base alle sue opinioni e, naturalmente, al caso clinico particolare riscontrato. Vitale diventa allora trovare un odontoiatra di cui ci si possa fidare, che ispiri professionalità al paziente. Affidarsi con sicurezza alle cure di un medico di fiducia, non fa che tranquillizzare il paziente e rendere più agevole e sicura la buona riuscita dell'intervento.


Siti di Odontoiatria

www.dentistacagliari.com: studio dentistico a Cagliari per trattamenti di Ortodonzia tradizionale e invisibile, Parodontologia e Implantologia. Utilizzo del laser a diodi.

www.prontosoccorsoodontoiatricomilano.it: sito web dove è possibile trovare studi dentistici che operano nei giorni festivi e in orari notturni.

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui